Cinisello / Nel 2016 stipulati 45 contratti a canone concordato con l’aiuto del Comune: +300% sul 2015

Dal Comune di Cinisello Balsamo riceviamo e pubblichiamo:

A poco più di un anno dalla sottoscrizione dell’Accordo Territoriale sulle Locazioni Abitative, stipulato tra alcune Associazioni di Rappresentanza dei Proprietari e degli Inquilini, l’Amministrazione Comunale ha verificato l’andamento dei contratti stipulati a canone concordato.

I dati sono molto incoraggianti: nel corso del 2016 sono stati intermediati direttamente dall’amministrazione 45 contratti di locazione in applicazione dell’accordo, mentre un’altra decina risulta stipulata con l’assistenza di terze parti.

La crescita, rispetto agli anni precedenti è significativa: nel 2015 risultavano sottoscritti solo 14 contratti a canone concordato mentre nel 2014 il dato risultava inferiore a 5.
L’affitto a canone concordato è del resto sempre più considerato anche a livello nazionale uno strumento fondamentale per contrastare il disagio abitativo.

Il risparmio per gli inquilini, dovuto ad un canone calmierato, è reso possibile grazie al vantaggio che anche il proprietario dell’immobile potrà trarre stipulando questi tipi di contratto: grazie alle norme approvate con il “Piano Casa” e con la legge finanziaria è infatti possibile una rilevante agevolazione fiscale, la cosiddetta “cedolare secca”, che per i Contratti Concordati è del 10% (rispetto al 21% dei Contratti “liberi”). In aggiunta l’Amministrazione Comunale alleggerisce l’Imposta Municipale Unica (IMU) sugli immobili locati con questo tipo di contratto al valore minimo del 3 per mille. Ulteriore vantaggio la durata minima di 3 anni più altri due di rinnovo automatico (3+2) invece di quattro più quattro come le locazioni ordinarie.

«La verifica a distanza di un anno – ha affermato il Sindaco Siria Trezzi– era un impegno assunto formalmente al momento della sottoscrizione dell’accordo; nel corso del 2016 nuovi strumenti di contrasto al disagio abitativo sono stati agganciati ai contratti a canone concordato e nuove risorse finanziarie sono state stanziate sia dal Comune sia dalla Regione con il concorso dello Stato; le misure andranno a regime a partire da quest’anno”.

Proprio in questi giorni è in corso di pubblicazione un nuovo bando dedicato ad una misura di contrasto al disagio abitativo e di sostegno alla morosità incolpevole: la misura prevede, per i nuclei familiari morosi incolpevoli sottoposti a procedura di sfratto e per i proprietari coinvolti, a fronte della sottoscrizione di un accordo che può prevedere la stipula di nuovo contratto a canone concordato, di usufruire di un sostegno finanziario pubblico che può arrivare fino a 12 mila euro per singolo nucleo familiare.

I fondi complessivamente messi a disposizione a sostegno della misura, di durata pluriennale, ammontano a circa 500 mila euro; questo bando si aggiunge alle altre misure implementate nel 2016 e tutt’ora disponibili (accordo con contributo, sostegno al canone concordato, contributo comunale affitto, ..)

Il testo integrale del nuovo Bando, i “vecchi Bandi” ancora aperti e disponibili ed i vantaggi del canone concordato sono reperibili nella sezione Agenzia per la Casa del sito web del Comune.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s