Sesto / Cus Geas Milano, i risultati della pallanuoto giovanile

Dal Cus Geas Nuoto Milano riceviamo e pubblichiamo:
Prima squadra serie B Girone 2 seconda giornata: vittoria casalinga per i milanesi sul Modena per 7 a 5. Partita caratterizzata da ritmi blandi dove per i primi due tempi gli ospiti sono rimasti a pari dei meneghini.  Poi ,nonostante il risultato sia rimasto in bilico , i padroni di casa hanno avuto la meglio . Poteva essere sicuramente un risultato più rotondo per i ragazzi di Catalano , infatti vi sono state numerose superiorità numeriche non sfruttate per frenesia ed imprecisione (e qui il coach dovrà lavorare) . Importante comunque che i meccanismi di squadra siano sempre più rodati e sabato prossimo a Como contro una delle capoliste, ci sarà da divertirsi. I marcatori: con due reti Arena, Talamonti e Corradini e con 1 rete Campagnoli.

UNDER 15 Girone B, prima sconfitta a Treviglio per la squadra condotta da Stefano Manfredi Uberti dopo quattro vittorie consecutive. 10-5 il risultato finale dovuto ai molti errori commessi e forse un pò di superficialità nell’affrontare l’avversario che si appaia a pari merito al secondo posto accanto ai milanesi ma è in vantaggio per aver vinto lo scontro diretto. Tanto lavoro da fare per il prossimo incontro con il COMO N capolista.
UNDER 17/B Girone A1 bella e convincente vittoria per la squadra condotta da Vincenzo Di Grande dopo il successo contro il Como N. 9-5 il risultato finale con i seguenti parziali : 2-1; 1-2; 3-1; 3-1. Dopo i primi due tempi sostanzialmente pari, il CUS-GEAS prende in mano le redini del gioco e impone il suo ritmo. 4 su 8 le superiorità numeriche finalizzate in gol, 4 su 10 quelle degli avversari con una ottima difesa che ha concesso 1 solo gol a uomini pari. I marcatori: Lombardi, Redaelli, Griffa con 1 rete, Ronchetti e Almagioni con 3 reti per uno.
Progressi anche per i piccoli della UNDER 13 blu che nel raggruppamento di Milano se la vedono con Varese a cui riescono a segnare 3 reti anche se escono sconfitti e poi con il Bergamo dove segnano il gol della bandiera. Il lavoro iniziato con l’allenatore inizia ad intravedersi. Ancora tanto lavoro ma siamo sulla buona strada.
Anche la UNDER 13 verde è stata impegnata a Piacenza dove è stata sconfitta dai padroni di casa per 13-5 ma si è rifatta con il Como N squadra 3 battendo i lariani per 14-3.
Si conclude lunedì il lungo fine settimana pallanuotistico della società milanese con l’impegno infrasettimanale della categoria UNDER 20 Girone A, con uno scontro fra titani. Si, è proprio così, al di fuori della bella e combattuta partita tra lombardi ed emiliani, sulle rispettive panchine, siedono due personaggi che non possono passare inosservati agli appassionati. Harry van der Meer atleta della nazionale olandese e tre volte atleta olimpico sulla panchina degli ospiti ma dalla parte opposta Manuel Lizzari atleta di assoluto valore e artefice con i suoi compagni dello scudetto del Pescara a fine anni novanta accanto ad un certo Manuel Estiarte (oggi dirigente del Bayern Monaco al seguito di Pep Guardiola). Tanta roba insomma, i due tecnici sono stati in grado di rendere avvincente ed animare una partita “normale”, mettendo in campo tutta la loro tecnica insegnata ai ragazzi ma anche tutta la loro tattica imparata durante incontri dalla posta decisamente più alta. 9-8 per il CUS-GEAS Milano alla fine di un match altalenante e per grande parte condotto dagli ospiti. 0-3; 5-3; 2-2; 2-0 i parziali; la prima frazione scorre senza che i milanesi si accorgano che la partita è già iniziata e rimangono impotenti a guardare i 3 scossoni che mettono la partita su una china difficile. Inizia il secondo quarto e ancora passano i piacentini. Proprio in questo momento dove il tracollo sembra essere dietro l’angolo che i ragazzi condotti da Lizzari iniziano a costruire il loro lento rientro nei giochi. Testa apre le marcature per i milanesi seguito da Marchetti in serata di grazia (segnerà una tripletta) su superiorità numerica e poi Clemente dal centro accorcia fino al -1. L’orgoglio però della squadra ospite non è domo e su rigore allungano ancora. Sarà Testa il mancino a riuscire nuovamente ad avvicinarsi ma ancora una volta gli ospiti si procurano una espulsione temporanea e poi segnano. Sarà un time out sullo scadere ad offrire a uomini pari la seconda rete di Marchetti. Al cambio campo di metà partita Milano è -1.
La terza frazione è solitamente quella decisiva e proprio per questo i piacentini provano con il break a scappare portandosi sul 5-7 ma ancora Marchetti accorcia per tenere i suoi aggrappati alla partita. Gli ospiti iniziano a mostrare qualche segno di stanchezza e Sgarbi ne approfitta subito segnando il pareggio; gli ospiti sembrano oramai in riserva ma sfruttano ogni residua energia e astuzia per fare risultato in trasferta e proprio allo scadere sempre su superiorità numerica si portano ancora avanti. Nessuna delle due squadre sembra averne più ma a metà dell’ultimo quarto è Achilli a pareggiare. Si entra nell’ultimo minuto ed i nervi sono tesi, le squadre molto allungate e ogni errore può costare caro. A 20 secondi dalla fine tutti sembrano paghi del pareggio ma nell’ultimo tentativo di attacco i milanesi ottengono un rigore trasformato da Sgarbi. Qualche sussulto finale per cercare il tiro della disperazione e poi tutti i casa, 3 punti preziosi per la classifica ed una prestazione di cuore e d’orgoglio che cancella la brutta prestazione di Busto“.
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s