Sesto nel Cuore: “Il project financing sul centro sportivo Falck dimostra il disinteresse della giunta per i cittadini”

Dalla Lista Civica “Sesto nel Cuore” di Sesto San Giovanni riceviamo e pubblichiamo:

Lunedì sera, durante il Consiglio Comunale, abbiamo assistito all’ennesima prevaricazione dell’amministrazione Chittò nei confronti dei cittadini. La cittadinanza era presente in modo massiccio in aula consiliare, così come richiesto anche da noi nel comunicato stampa di lunedì.

Moltissimi Sestesi hanno partecipato, la totalità era contraria alla chiusura del bocciodromo, lo si è capito sia dalla manifestazione indetta prima del consiglio fuori dal Comune che dai mugugni sulle tribune durante il dibattito.

Il project financing in discussione ieri, è in molte sue parti carente e oscuro, priva i cittadini Sestesi di un importante e storico luogo di aggregazione, nonché punto di riferimento soprattutto per gli anziani questo nonostante un emendamento per salvare la faccia. Progetto oscuro avviato a pochi mesi dalle elezioni, affidando uno storico centro sportivo a una società privata che ha presentato un progetto che nulla ha a che vedere con Sesto, la sua storia e le sue esigenze.

La società promotrice del project financing vorrebbe far business per trent’anni senza dare, a nostro avviso, alla città e a tutti noi le necessarie garanzie di sviluppo e mantenimento delle discipline sportive esistenti. Legittimo da parte degli investitori voler trarne il massimo profitto, ma miope e indifendibile l’amministrazione che permette alla medesima società di disimpegnarsi se non dovesse trovare le soddisfazioni economiche di cui ha aspettativa. Oltre il danno la beffa!

Una minoranza della città amministra da 5 anni Sesto come fosse cosa loro, dimostrando ancora una volta che DEI CITTADINI A QUESTI SIGNORI NULLA INTERESSA e al momento del voto non tutti hanno fatto il loro dovere, anche in alcuni che a parole si opponevano alla delibera.

Sesto è la meravigliosa città di Noi tutti, e non merita di diventare il ricettacolo di interessi particolari o scelte dissennate. Fermiamoli!

(Di seguito l’intervento in aula del capogruppo di Sesto nel Cuore Gianpaolo Caponi).

A questa delibera noi come lista civica sesto nel cuore siamo contrari e voteremo no. Vi spieghiamo le ragioni.
In questi quattro anni questa amministrazione è stata capace di far perdere alla nostra città, manifestazioni che erano un lustro e un vanto per la comunità, come la marcia internazionale del primo maggio e la bellissima manifestazione ciclistica del 25 aprile. Avete ridotto in ruderi la piscina estiva e centri sportivi come quello della Dominante di via Catania 90 diventata una foresta abbandonata.
 Ora, con questa delibera, sancite la chiusura definitiva nella nostra città del bocciodromo.
Le bocciofile hanno chiuso in questi anni nel silenzio e nella indifferenza delle istituzioni, che non hanno saputo riconoscere il ruolo sociale di questi luoghi , soprattutto per l’aggregazione della terza età.
E pensare che ci sono luoghi, come a Cinisello Balsamo, nei quali le bocce sono parti integranti di una fiorente attività per la terza età.
In pratica siete stati incapaci, in soli quattro anni, di ridurre in mille pezzi lo sport sestese . Non solo. Con questa delibera, intendete condizionare anche chi, dopo di voi, verrà chiamato a governare la città, legando questo progetto ad una durata di trent’anni, e lo fate a soli quattro mesi di distanza dalle elezioni: centoventi giorni su 1825 giorni di governo dopo che per anni vi siete disinteressati del problema Falck, limitandovi a chiuderlo con la scusa che non avevate 12 mila euro per il certificato prevenzioni incendi!!!!
Ricordo la lettera del comune del 12 gennaio 2015, con la quale comunicavate che un importante torneo non poteva essere disputato per la carenza di un certificato di messa a norma .
Con la scusa della mancanza di 12 mila euro avete dato inizio a questo percorso che concludete oggi.
E se penso agli sprechi di soldi pubblici visti in questi anni da parte di questa amministrazione, primi tra tutti i sei milioni di euro di buco delle farmacie comunali o i 300/400 mila euro del bando delle mense scolastiche, tutto ciò risulta inaccettabile
Il centro che voi intendete cancellare, rappresenta un luogo , uno dei pochi rimasti , dove la terza età può trovare spazi e funzioni attive. Voi invece, prima lo avete fatto andare in malora e ora, facendo perdere al centro la funzione sociale alla quale era destinata, lo trasformate in un centro che nulla ha a che vedere con la destinazione e la vocazione per il quale era nato.
Sesto perde , con questa scelta un pezzo importante e storico di una disciplina sportiva e a Sesto non si potranno più tenere manifestazioni di carattere regionale e nazionale di questa disciplina.
Di fatto impoverite l’offerta sportiva nella nostra città.
Inoltre siamo contrari a questa delibera perché riteniamo che , in una politica di indirizzo dello sport, una buona amministrazione debba favorire e sostenere anche gli sport cosiddetti minori, non esistono solo sport maggiori come il calcio ma ci sono una miriade di discipline meritevoli di attenzione e sostegno.
Distruggendo la presenza in città del bocciodromo andate esattamente in direzione opposta rispetto a questa indicazione.
Terzo luogo questa delibera ha tanto di propaganda elettorale ; perché vi siete ridotti sotto elezioni ? perché non avete affrontato il problema prima se intendevate dare al quartiere, come detto in commissione, nuove funzioni sportive?
Allora il dubbio che voi, con questa delibera, vogliate crearvi un mezzo di propaganda elettorale è altissimo, proprio perché non siete più credibili e non siete più affidabili .
Mi ricorda tanto , ciò che state facendo , la promessa del mega impianto natatorio da costruire a ridosso del centro sportivo Manin , utilizzato in una campagna elettorale per raggranellare consensi nel quartiere di cascina gatti.
Una promessa rimasta tale, perché dove doveva sorge la piscina e ancora oggi regna l’erba e dell’impianto non vi è traccia.
 Anche l’ordine del giorno non è credibile e costituisce l’alibi per alcuni consiglieri , critici rispetto a questa delibera , per votare secondo ordini di partito.
Allora io mi appello a questi consiglieri e dico loro di anteporre alle indicazioni di partito il cuore e i valori che accompagnano un giusto voto contrario.
Il rispetto dell’ uomo e di chi ha fatto grande la nostra città, ovvero gli anziani, nonché il rispetto di ciò che per un amministratore pubblico deve significare l’attenzione allo sport, comprese le discipline minori e aggregative.
In ogni caso prima di esprimere il voto, alzate gli sguardi verso la balconata, guardate negli occhi questi cittadini e chiedetegli SCUSA.
Il vostro comportamento non trova giustificazioni!
 
Lista Civica Sesto Nel Cuore”.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s