Sesto / Geas basket donne, vittoria in A2 e primato in classifica

Carnevale è ancora lontano, ma è già… sabato grasso per il Geas basket femminile di Sesto San Giovanni, che fa rispettare il pronostico nel derby con Carugate, chiuso con un largo +30 (44-74), e rafforza il primato in classifica di serie A2 grazie alla caduta dell’inseguitrice Empoli sul campo di Castelnuovo Scrivia, dove invece le rossonere avevano vinto, sia pure soffrendo, proprio la settimana prima. Dopo la prima giornata di ritorno le toscane sono dunque a -4 dalle sestesi, alle quali non dispiace neanche la vittoria del Sanga Milano su Costamasnaga, l’unica squadra finora in grado di batterle, ora staccata di 6 punti.

Da parte loro, Arturi e compagne non hanno risentito di un paio di assenze importanti (Gambarini e Schieppati) contro un’avversaria ancor più rimaneggiata: pur alternando fiammate e pause, il Geas non ha tardato a prendere un vantaggio in doppia cifra, per poi dilatarlo nella ripresa. Top scorer la solita Galbiati (24 punti) davanti a Ercoli (17) e Barberis (12). Spunti interessanti dalla giovane Grassia (7 punti e 5 rimbalzi), in quintetto-base al posto di Schieppati.

Il tabellino completo è disponibile a questo link:
http://www.legabasketfemminile.it/CompetitionContent?ID=TAB&IdGara=16986

COACH ZANOTTI – “Senza dubbio un turno favorevole viste le sconfitte di Empoli e Costa: avrei messo la firma per essere in questa situazione di classifica a metà gennaio. Per noi oggi una prestazione abbastanza buona, anche se altalenante, ma vanno considerate le assenze di Gambarini e Schieppati e i carichi di preparazione fisica che abbiamo operato in quest’ultimo periodo per essere pronte nei big match che arriveranno. A volte siamo state un po’ frettolose nelle scelte, perdendo qualche palla di troppo, un aspetto che dobbiamo ancora migliorare; però è anche vero che la rapidità di esecuzione è il nostro punto di forza per costruire i parziali decisivi. Abbiamo avuto qualche disattenzione difensiva, almeno in parte comunque comprensibile, e Carugate si è riavvicinata nel secondo quarto con le triple, ma il risultato non è mai stato in discussione e abbiamo potuto dare spazio a tutte le giovani. Tra loro mi fa piacere la prova di Grassia perché è una ragazza che ci mette tanta dedizione”.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s