La lettera / “Basta all’invasione di migranti, una famiglia deve tutelare prima se stessa”

Da un attento lettore di Sesto San Giovanni riceviamo e pubblichiamo:

In generale parlo delle famiglie italiane e soprattutto di quella più grande e unica che è stata votata da tutti noi Italiani, cioè il nostro governo il cui Presidente del Consiglio rappresenta il Capo Famiglia di tutti noi. E’ lecito ricordare che lo Stato ha il dovere di assicurarci la massima protezione da esercitare naturalmente con capacità e lungimiranza. Ora come nel passato a causa di strategie politiche, abbiamo costatato che anche in questi ultimi cinque anni si sono alternati ben quattro Presidenti del Consiglio. In detto periodo anche se ci siano stati dei miglioramenti, nessuno si è sentito di bloccare il flusso inesorabile degli immigranti che oggi è diventato un fiume in piena inarrestabile. Nessuno ha pensato o non ha voluto o non ha potuto bloccare questa invasione che continua ad oltranza.

Non è giusto però che il Governo, nonostante conosca bene il nostro stato di salute finanziario, persista nel favorire un’operazione così grave e onerosa per noi cittadini. Questo non fa che peggiorare i nostri disagi, le paure, i sospetti, la mancanza di posti di lavoro.

Siamo arrivati al punto di essere costretti (avviene in ogni Comune d’Italia) a dare da mangiare e da dormire a tante persone etichettate come atti umanitari. Ma a noi italiani chi pensa? La nostra povertà sta aumentando fortemente, siamo stufi di mettere in pericolo la sicurezza delle nostre famiglie ottenuta dopo tanti anni di lavoro. Le vittime di Berlino, gli omicidi che avvengono in Italia da parte delle persone che non reggono più, sono un esempio evidente di come vanno le cose.

In realtà siamo diventati anche noi dei “migranti” a casa nostra, siamo dei veri prigionieri e per questo siamo arrivati al punto di chiudere colle inferriate le nostre case e fortificare le nostre piazze ( Milano, Roma ,ecc) per avere la certezza di non essere massacrati mentre qualcuno di noi sta acquistando un giocattolino per i bimbi o un piccolo oggetto per qualche parente. Ma la nostra Democrazia che fine ha fatto? E la nostra libertà è diventata trasparente?”

A questo punto, anche a costo di non aver una risposta, non posso esimermi dal rivolgermi al nostro Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni per esortarlo di bloccare questa invasione prima che sia troppo tardi. Non è più possibile tenere gli occhi bendati e lasciare che continuino ad arrivare in casa nostra non solo gli afflitti e i poveretti ma anche i malfattori, i terroristi, gli accattoni e i prepotenti. Pensate che nel 2016 è stato raggiunto il record con circa 200.000 persone arrivate in Italia. E non parliamo dei morti avuti nel canale di Sicilia che nel 2015 sono stati ben 3106 e anche questi pesano sulla nostra coscienza, perché sono il frutto delle nostre politiche. Naturalmente più lasciamo le porte aperte più gente si precipita a entrare magari vendendo la propria anima per un’illusione. E questo non è giusto permetterlo. Per finire voglio riportare la domanda fattami da mia figlia diciannovenne:

“ Papà tu che sei buono e caritatevole ospiteresti delle persone bisognose a casa nostra tenendo conto che poi aumenteranno di numero?” La risposta: “Il mio dovere, per tirar sù una Famiglia normale, m’ impone di muovermi sempre non in base al mio cuore ma rispetto alle conseguenze che le mie decisioni potrebbero portare alla mia Famiglia. Quindi valuto il caso specifico prima di decidere. Ad esempio l’attuale Capo della grande Famiglia italiana Paolo Gentiloni che ha delle grandi responsabilità, spero che vorrà fare un’azione coraggiosa che non hanno fatto gli altri, decidendo di bloccare l’attuale flusso migratorio. Questo riporterebbe l’Italia a essere una Famiglia Perfetta. Se in caso contrario dovesse continuare la stessa scia dei suoi predecessori, voglio citare una frase che i latini nostri grandi padri, in questo caso specifico avrebbero detto: “Errare humanum est, perseverare autem diabolicum”.

  • Giovanni Giudice
  • Sesto San Giovanni
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s