Calcio a 5/ Seleçao Sesto archivia il 2016 all’ultimo posto in C2, la speranza è nel 2017

SESTO SAN GIOVANNI, 15 dicembre – La Seleçao Libertas Calcetto targata “Bet 1128 – Sesto San Giovanni” chiude il girone d’andata con la nona sconfitta in undici gare e con un triste ultimo posto, che a fine stagione vorrebbe dire retrocessione diretta senza nemmeno la speranza dei playout. La serata non si apre sotto i migliori auspici per la Seleçao che deve fare a meno, oltre che dello squalificato mister Bianchi, anche di Labate (infortunato), Volpe, Ragusa (malattia), Aliotta (lavoro) e Spreafico (squalificato); in compenso, in casa verde-oro, torna ad “assaggiare” il campo Pavan, dopo cinque giornate di assenza per infortunio.

La prima frazione di gara vede entrambe le squadre mantenere un ritmo basso e commettere molti errori, sia in fase offensiva che, soprattutto, in fase difensiva; dal punto di vista delle occasioni la bilancia pende a favore dei padroni di casa che però, nonostante alcune ghiottissime opportunità, non riescono quasi mai a centrare lo specchio della porta (una sola parata degna di tale nome da parte del portiere ospite), mentre i valtellinesi sono molto più efficaci, tanto che su una manciata di tiri in porta si registrano ben tre pali (di cui uno clamoroso a porta vuota), un gol (al 26’ con Meneghini lasciato libero di calciare sugli sviluppi di un angolo) ed un paio di difficili interventi di Frediani.

Nel secondo tempo i canarini dovrebbero fare la partita ma è ancora il Morbegno ad esultare dopo appena 3’, con Tavasci che di punta toglie le ragnatele da sotto l’incrocio. Giusto il tempo di rimettere il pallone in gioco ed Ercolani riporta in scia i suoi con una puntata da fuori area che sorprende l’estremo difensore valtellinese. I sestesi vanno però a corrente alternata e peccano di troppe amnesie difensive, subendo altre due reti, al 5’ ed al 10’, viziate però da due falli non ravvisati dal direttore di gara, compensate solo in parte dal gran gol di Zangara all’8’. A dieci primi dal termine la Seleçao ci prova col portiere di movimento ma, seppur accorciando subito le distanze con Mirtillo al 22’, gestisce gli ultimi minuti in modo confuso ed impacciato, non riuscendo ad andare praticamente mai al tiro e regalando altre due marcature all’Olympic Morbegno su capovolgimento di fronte, al 24’ con Tavasci ed al 26’ con Poncetta.

Una prima metà di stagione con moltissime ombre per i canarini e tanto su cui riflettere nella pausa natalizia. Dopo alcune partite in cui i sestesi hanno mostrato di poter competere anche con avversari di livello più elevato, le ultime uscite hanno visto una Seleçao eccessivamente timorosa e sempre meno convinta dei propri mezzi. La situazione è difficile ma naturalmente non compromessa in quanto il penultimo posto è distante appena due punti e la quota salvezza diretta solo sette, ma in questo momento i verde-oro, fisicamente e mentalmente, non sembrano in grado di colmare il gap con gli avversari, per quanto piccolo esso possa essere.

Sarà dunque importante dare una immediata inversione all’attuale tendenza, a partire dalla prima gara del girone di ritorno, giovedì 12 gennaio ore 21.30 al PalaFerraris di via Marx 553, dove i canarini affronteranno la Derviese, attuale prima forza del campionato.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s