Calcio serie D / Pro Sesto, il giudice sportivo usa la mano pesante ma il club accusa l’arbitro

 “Una sanzione ingiusta e comunque esagerata”. Parte da qui la Pro Sesto Calcio per commentare la decisione del giudice sportivo della Serie D che, a seguito della partita casalinga di domenica scorsa, vinta dai sestesi per 1-0, ha deciso che la Pro Sesto dovrà giocare a porte chiuse la prossima gara interna di domenica 11 dicembre con il Casale, dovrà pagare 1.000 euro di multa e rinunciare al capocannoniere Fabio Cristofoli, squalificato per 3 giornate.

Tutto è legato  – si legge nella nota diffusa dalla Pro Sesto –  a quanto accaduto al sesto minuto di recupero del secondo tempo  della sfida con l’Oltrepovoghera quanto l’arbitro ha concesso un calcio di rigore ai nostri avversari. Una decisione che, sommata agli 11 minuti di recupero della ripresa, da persone di calcio – ci viene da dire – ha inevitabilmente scaldato l’ambiente. Ma nulla di più. Leggiamo fantasiose ricostruzioni con tentativi di invasione di campo e di bottiglie lanciate sul terreno di gioco. Ciò non corrisponde al vero.

Ed è un peccato doverne prenderne senza possibilità di difendersi. Se qualcuno, nostro malgrado, ha deciso di renderci protagonisti negativi della scena calcistica nazionale, ha sbagliato indirizzo. La Pro Sesto, anche in questi giorni, è salita agli onori delle cronache per aver istituito una Scuola Calcio destinata ai bambini e ai ragazzi diversamente abili e per aver investito centinaia di migliaia di euro per realizzare 3 campi di calcio in erba sintetica per dare la possibilità ai giovani del territorio di praticare lo sport più bello del mondo. Tutto il resto è fango. Che fa male ricevere addosso quando si ha la consapevolezza di non meritare questo trattamento“.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s