Sesto / Spesa sociale, secondo posto nel Nord Milano: preceduta da Bresso, davanti a Cinisello

Il capitolo del bilancio comunale dedicato alla spesa sociale comprende servizi come l’assistenza all’infanzia e alla vecchiaia. Un capitolo fondamentale del bilancio municipale è quello dedicato alla spesa sociale, ovvero i servizi erogati ai cittadini per assisterli o aiutarli nelle varie fasi della vita: infanzia e vecchiaia in particolare. Un welfare che si va a sommare, quando non a sostituire, a quello statale.

Possiamo utilizzare openbilanci per valutare a quanto ammontano queste uscite sul bilancio comunale. La voce “sociale” comprende tutte le spese che il comune sostiene per erogare servizi sociali ai suoi cittadini, incluse quelle per la manutenzione o la costruzione di strutture adeguate, come asili nido, residenze per anziani o centri di prevenzione.

Nel Nord Milano chi ha speso di più per il sociale èBresso, al 51° posto in Lombardia con 233,81 euro pro capite; segue Sesto San Giovanni al 70° posto con 207,86 euro pro capite; Cinisello Balsamo è al 77° posto con 200,24 euro pro capite. Cormano è al 108° posto con 182,35 euro;Cusano Milanino al 162° posto con 157,94 euro pro capite; Cologno Monzese è al 267° posto con 133,5 euro; chiude Paderno Dugnano al 294° posto in Lombardia con 127,83 euro pro capite. 

Rispetto all’anno precedente, anche nel 2014 sono Trieste e Venezia le due città che investono di più in spesa sociale pro capite .

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s