Il fine settimana di cronaca: a casa della ex sfascia tutto, arrestato; droga, controlli e sequestri in tutto l’hinterland

Fine settimana ricco di cronaca nel Nord Milano. Ecco un riassunto di quello che è accaduto.

TORNA A CASA DELLA EX PER PRENDERE LE SUE COSE E SFASCIA TUTTO, ARRESTATO – Nel pomeriggio di sabato, i Carabinieri della Stazione di Cusano Milanino hanno tratto in arresto un 41enne italiano, già noto alla Giustizia, responsabile di resistenza a pubblico ufficiale. I militari sono intervenuti nell’abitazione di una 46enne, su segnalazione dei vicini allarmati dalle urla e dal rumore del mobilio infranto. Giunti rapidamente sul posto, gli operanti hanno sorpreso in casa l’uomo che, in stato di alterazione da abuso alcolico, si accaniva sugli arredi e sulle suppellettili. Quando il violento si è rivolto contro i Carabinieri, è stato prontamente immobilizzato e tratto in arresto. L’uomo si era recato presso l’abitazione della ex per ritirare alcuni oggetti di proprietà, dopo una convivenza protrattasi alcuni anni, della quale non aveva accettato la fine. Il rapido intervento dell’Arma ha evitato che l’arrestato aggredisse la donna.

DROGA, CONTROLLI E ARRESTI IN TUTTO L’HINTERLAND- Dall’inizio del mese, i Carabinieri del Comando Provinciale di Milano hanno deferito all’Autorità Giudiziaria per violazioni legate agli stupefacenti 100 persone, tra le quali sono ben 71 i pusher tratti in arresto in flagranza di reato mentre spacciavano droga e 29 quelli deferiti a piede libero all’Autorità Giudiziaria. 35 ragazzi sono stati segnalati al Prefetto quali assuntori di stupefacente. L’attività di contrasto dell’Arma milanese ha permesso di sottrarre al mercato clandestino oltre 163 chili di sostanze stupefacenti complessivamente sequestrati ed avviati alla distruzione, ingenti quantitativi di hascisc, alcuni chili di marijuana e cocaina, nonché centinaia di “dosi” di sostanze psicotrope sintetiche, dagli effetti devastanti, tra le quali figurano LSD, ecstasy, anfetamina, ketamina e shaboo. Sono 45 mila euro i contanti, illecito provento di spaccio, trovati nella disponibilità degli arrestati e versati sul Fondo Unico di Giustizia, in attesa delle determinazioni dell’Autorità Giudiziaria. Nel corso della notte tra sabato e domenica, una pattuglia del Comando di compagnia di Sesto San Giovanni, percorrendo la SS.11, all’altezza di Vimodrone (MI), ha incrociato un’utilitaria che procedeva contromano a forte velocità. Il conducente non ha ottemperato all’alt dei militari, terminando la propria corsa contro il muro di un’abitazione. L’uomo alla guida, un 23enne italiano, originario di Cernusco sul Naviglio (MI), già noto alla Giustizia, dopo aver tentato una breve fuga a piedi, è stato raggiunto e ammanettato dagli operanti. La perquisizione personale e veicolare ha permesso il rinvenimento di 4 involucri contenenti complessivamente 25 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e l’occorrente per il confezionamento. Sempre all’interno dell’abitacolo, gli operanti hanno scoperto appunti riportanti la contabilità e gli acquirenti dello spacciatore. Gli accertamenti immediatamente effettuati sul posto al momento dell’arresto hanno consentito di documentare che lo spacciatore si era posto alla guida con un tasso alcolemico superiore agli 1,5 grammi al litro: risponderà per tanto anche di guida in stato di ebrezza. 

© Riproduzione permessa solo citando espressamente la fonte Corriere di Sesto

 

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s