Sesto / “Caro sindaco, protesti contro un noto quotidiano che accosta inaccettabili scritte razziste alle giuste proteste di via Marconi”

Da un gruppo di residenti di via Marconi a Sesto San Giovanni riceviamo e pubblichiamo:

“Buongiorno, con la presente noi residenti della zona Marconi a Sesto San Giovanni volevamo porre all’attenzione ed esprimere la nostra indignazione per un articolo apparso sul quotidiano la Repubblica del 15/11/2016 alla Pag. 3 , dal titolo “A Sesto insulti alla Sindaca “basta arabi , che riferiva in merito alle scritte apparse sul Municipio contro il Sindaco Chittò, riportato anche dalla Rassegna Stampa on line del portale del Comune di Sesto.

Riportiamo un estratto dell’articolo citato

” «Tensioni? Qui come altrove analizza Monica Chittò anzi, a Sesto c’è una forte tradizione di associazionismo che le contiene, anche se quello che si legge in Rete abbassa il livello. Il problema è che nell’insulto personale si gioca ancora una volta col corpo delle donne. E ci siamo un po’ rotte». Non si contano precedenti, se non qualche gruppo Facebook di critica alla sindaca, e nemmeno di scritte xenofobe: pochi i profughi in città, qualche area dismessa occupata da nomadi, forte e relativamente integrata presenza maghrebina, soprattutto egiziana, microcriminalità reale e percepita soprattutto dalle parti di via Marconi, tra il Rondò e il Carroponte, dove sono più tangibili i malumori contro Chittò

In merito volevano esprimere tutta la nostra indignazione e preoccupazione per la chiara insinuazione che traspare, per cui i colpevoli di quella scritta potrebbero trovarsi tra i residenti delle vie citate comprese le zone di via Marconi nelle quali noi viviamo. Non ci è dato sapere da chi provenga questa affermazione in quanto il giornalista in questione non ha voluto risponderci. Chiediamo almeno che il Sindaco di Sesto prenda distanza pubblicamente da quell’insinuazione che ha provocato questa volta si dei malumori forti.

E’ indubbio che queste zone siano state abbandonate al degrado e alla delinquenza non a partire da questa giunta ma dalla precedente , quindi semmai i malumori dovevano manifestarsi anni fa non ora, cosa che è successa non, come ora, attraverso il gesto avvenuto giorni fa, ma attraverso richieste d’incontri con l’Amministrazione Comunale. Condanniamo anche noi il gesto avvenuto nei confronti del Sindaco ma ci sentiamo altrettanto indignati e offesi per le parole espresse da quell’articolo”.

  • Lettera firmata
  • Sesto San Giovanni

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s