Il Pd di Sesto: “Su un muro del Comune scritta razzista e sessista contro il sindaco, non si fa così campagna elettorale”

Dal Partito Democratico di Sesto San Giovanni riceviamo e pubblichiamo:

Sabato mattina Sesto si è svegliata con una scritta a caratteri cubitali sul muro del suo luogo simbolo per eccellenza: Il Comune. Non una scritta qualsiasi, non un semplice imbratto, ma una scritta che racchiude in sé un agghiacciante compendio di xenofobia e sessismo, disprezzo nei riguardi di un popolo e un pesantissimo insulto nei riguardi della Sindaco Monica Chittò. La scritta è stata prontamente cancellata, ma il peso di quegli insulti grava ancora.

Prima di tutto desidero esprimere la massima solidarietà , a nome mio e di tutto il PD sestese, a Monica Chittò, offesa non solo nel suo ruolo istituzionale, ma anche nel suo essere donna, dimostrando ancora una volta che il volto populista e becero della politica è ancora infarcito di stereotipi e preconcetti obsoleti e meschini.

Strumentalizzare una tematica delicata e non priva di criticità come quella dell’integrazione con popoli dalla cultura diversa dalla nostra allo scopo di offendere e denigrare personalmente l’attuale Sindaco, nonché nostra candidata alle amministrative del 2017, non solo è avvilente, ma dimostra che, al via della campagna elettorale per le amministrative, alcuni dei nostri avversari non hanno programmi e contenuti politici da contrapporci, ma solo squallidi luoghi comuni e gratuiti insulti.

Non basta una scritta infamante per cancellare il lavoro che la Sindaco e la Giunta hanno portato avanti in questi cinque anni, anche nel campo della gestione e dell’integrazione nel nostro territorio, ma, anzi, ci sprona a rispondere alle offese gratuite con progetti concreti e proposte reali volte al raggiungere l’obiettivo di migliorare sempre di più la qualità di vita di tutti i nostri cittadini.

Alla politica del qualunquismo e dell’insulto noi rispondiamo con la buona politica dei contenuti e con la concretezza delle azioni, orgogliosi di non sentirci in dovere di scendere al livello di chi, venerdì notte, ha pensato di intimorirci offendendo la Sindaco e la città da lei rappresentata”.

  • Marco Esposito
  • Segretario Cittadino PD
  • Sesto San Giovanni

Solidarietà è stata espressa anche dal sindaco di Cinisello Balsamo, Siria Trezzi:Solidarietà al primo cittadino di Sesto San Giovanni Monica Chittò dal Comune  di Cinisello Balsamo per le scritte comparse nella notte sul muro del Municipio.

Il sindaco Siria Trezzi non ha fatto mancare la sua dichiarazione di sostegno: “Sono davvero impressionata per i quanto accaduto: un episodio grave e  ingiurioso che colpisce la mia collega non solo nel suo ruolo istituzionale, ma che rappresenta un’offesa alla sua persona in quanto donna”.

“Tra qualche giorno celebreremo la Giornata contro la Violenza sulle donne, una ricorrenza che, al di là di ogni retorica, ci ricorda che la battaglia contro la violenza di genere è ancora lontana dall’essere vinta e le tante forme di prevaricazione sono un’offesa inaccettabile ai diritti della persona” ha concluso la Trezzi“.

Solidarietà dal segretario metropolitano del Pd, Pietro Bussolati:Esprimo a nome mio, e di tutta la federazione del PD Milano metropolitana, piena solidarietà al sindaco di Sesto San Giovanni, Monica Chittò, vittima di gravissimi insulti sessisti e xenofobi, che la offendono non solo nel suo ruolo di amministratrice al servizio della cittadinanza ma anche nel suo essere donna. Vanno sempre denunciati, con fermezza, simili atti di violenza che nulla hanno a che vedere con il civile confronto democratico”. Così si esprime il segretario metropolitano del PD, Pietro Bussolati, in merito alle scritte apparse sul Comune di Sesto, nella notte di venerdì scorso, contenenti gravi insulti al sindaco Chittò”.

Solidarietà dal presidente del consiglio comunale di Sesto, Ignazio Boccia:A nome del Consiglio Comunale di Sesto San Giovanni esprimo massima solidarietà al Sindaco di Sesto San Giovanni Monica Chittò per le vergognose frase comparse sul muro del Comune. L’ufficio di presidenza del Consiglio Comunale di Sesto San Giovanni“.

Numerosi attestati di solidarietà anche dai partiti (ad esempio Sesto Democratica e Giovani Sestesi), da esponenti politici come Filippo Penati, da presidenti di associazione e tanti cittadini.

 

 
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s