Parco Nord, sponde del Seveso risistemate per mettere in sicurezza il fiume: la protesta dei cittadini

E’ polemica tra un gruppo di cittadini residenti a Bresso e dintorni e il Parco Nord Milano per la riqualificazione delle sponde del Seveso nel tratto tra Cormano e Bresso, tra viale Borromeo e le vie Bologna e Deledda. In questi giorni le ruspe mandate dai tecnici del parco hanno tolto arbusti e infestanti, sistemato le sponde e posato dei massi ciclopici che hanno l’obiettivo di contenere le piene e aiutare la vegetazione autoctona a ricrearsi in un ambiente più pulito e meno degradato. I cittadini, tuttavia, hanno pensato a lavori simili a quelli della futura vasca di contenimento delle piene, che avversano, e quindi presa carta e penna hanno scritto un duro comunicato che qui sintetizziamo: 

seveso1Dopo un’estate trascorsa dai cittadini di Bresso (area Parco Nord) a cercare di impedire la distruzione di un tratto delle sponde del Seveso, prospicente le abitazioni e l’area di progetto della vasca, scopriamo che, sotto l’egida ormai indifferenziata e indiscriminata della sedicente riqualificazione, il Parco Nord ha effettuato il disboscamento completo di un’area ampia circa 80 metri di Parco, che si sviluppa seguendo le rive del fiume. Qualsiasi albero o arbusto presente in questa bellissima area (compresa tra il Centro Civico Pertini di via Bologna di Bresso e il confine di Cormano) fruita ogni giorno dai cittadini di Bresso, di Cormano e non solo, è stata rasa al suolo con la non plausibile scusa di consentire la posa di massi ciclopici lungo gli argini del fiume. I CITTADINI SI OPPONGONO C ON TUTTE LE LORO FORZE ALLA SISTEMATICA DEVASTAZIONE DEL TERRITORIO DEL PARCO NORD, DA PARTE DELL’ENTE PARCO STESSO PER QUALSIVOGLIA MOTIVO E SONO SDEGNATI DALL’ASSOLUTA MANCANZA DI RISPETTO DELLA PROPRIA VOLONTÀ DI PRESERVARE IL VERDE E DALLA VIOLAZIONE DEL PROPRIO DIRITTO ALLA SALUTE TRAMITE L’ESPOSIZIONE DELLA POPOLAZIONE STESSA AI MIASMI DEL TERZO FIUME PIÙ INQUINATO D’EUROPA ATTRAVERSO LA DISTRUZIONE DELL’UNICO SCHERMO ALL’INQUINAMENTO, COSTITUITO DALLA VEGETAZIONE CHE SI SVILUPPA LUNGO LE RIVE DEL SEVESO“.

A sua volta il Parco Nord ha deciso di replicare alle ‘accuse’:Il Parco Nord respinge con forze le accuse contenute nella segnalazione sottolineando che si occupa da oltre 15 anni delle sponde del Seveso che da discarica a cielo aperto è diventato corridoio ecologico e Parco Naturale. Gli interventi in via di realizzazione presso Via Borromeo di Cormano sono compresi in un più ampio progetto di consolidamento spondale autorizzato (oltre che finanziato) da Regione Lombardia nell’ambito del Contratto di Fiume. Nel tratto in questione i lavori si sono resi necessari per far fronte ad un grave dissesto idrogeologico attestato da uno studio idraulico specializzato. Prima dell’abbattimento i nostri tecnici agronomi e forestali hanno effettuato specifici sopralluoghi verificando che le piante da abbattere erano per lo più arbusti e altre piante spontanee di scarso valore naturalistico e, in alcuni casi, già morienti. I massi ciclopici messi a consolidamento delle sponde saranno, come da progetto, rinverditi con piante autoctone idonee all’ambiente fluviale nella misura di 1 pianta di salice ogni metro quadro di sponda. E’ opportuno ricordare che il Parco ha tra i suoi obiettivi la ricostruzione degli habitat naturali e nello specifico lavora per la valorizzazione dell’intero sistema ecologico del Seveso, salvaguardando da un lato la stabilità dei versanti e la conseguente fruibilità delle sponde e dall’altro potenziando la valenza ecologica del fiume mettendo a dimora centinaia di alberi che nel tempo garantiscano un reale e duraturo miglioramento ambientale. Considerata la gravità e la totale infondatezza delle informazioni contenute nel comunicato diffuso e il coinvolgimento del personale del Parco che opera con la massima attenzione e competenza, l’Ente si riserva di valutare gli estremi di un’azione legale a sua tutela e dei suoi lavoratori”.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s