Sesto / Il Pd sul medico che non c’è alla Pelucca: “Di Stefano si informi, il sindaco si sta dando da fare”

Dal segretario del Partito Democratico di Sesto San Giovanni, Marco Esposito, riceviamo e pubblichiamo:

L’entusiasmo per l’inizio di una nuova campagna elettorale ha, evidentemente, distolto l’attenzione del consigliere Di Stefano riguardo alle iniziative sul territorio messe in calendario, da tempo, dal PD nell’ambito della campagna di ascolto sul territorio. La visita di Monica Chittò in Pelucca – infatti – era già organizzata da tempo, pertanto ci sembra alquanto strumentale l’affermazione di Di Stefano che deliberatamente insinua che la Sindaco abbia volutamente sfruttato la sua platea di cittadini. Ci dispiace molto che la presenza del Primo Cittadino abbia radunato molta gente, mentre la sua non abbia avuto lo stesso effetto e, invece di scaricare la colpa sulla Sindaco, dovrebbe porsi alcune domande e cercare le risposte nel proprio rapporto con i cittadini.

Per quanto riguarda il problema relativo alla mancata presenza di un medico di base sul territorio, facciamo presente che già il 4 maggio u.s. la Sindaco, non appena venuta a conoscenza di questa criticità, si è attivata scrivendo all’Ats di Sesto ed incontrando la dottoressa Mantovani per esporle l’urgenza del problema. Nel mese di luglio l’Ats di Sesto ha inviato una comunicazione formale a tutti i medici di base della città per verificare la loro disponibilità ad aprire un ambulatorio in zona ma, nonostante l’offerta da parte della RSA Pelucca di un ambulatorio all’interno della residenza per anziani ad un prezzo molto conveniente, nessun medico ha dato la propria disponibilità.

Il Distretto ha sollecitato più volte i medici a dare la propria disponibilità, ma nessuno ha ancora accettato, facoltà garantita dalla normativa vigente che lascia ai medici la libertà di scelta.

Teniamo a ricordare al consigliere Di Stefano, evidentemente distratto da altri pensieri, che su sollecitazione della Sindaco, sono state raccolte 600 firme di residenti sul territorio che sono state consegnate al Dottor Bosio, Ats di Milano Metropolitana, il quale si è subito attivato.

Nella giornata di venerdì la Sindaco ha nuovamente scritto al dottor Bosio, allegando le foto scattate con i residenti.

Alla luce dei fatti – e ci scusiamo se siamo stati così puntigliosi nella narrazione, ma la situazione lo richiede – le accuse rivolte alla Sindaco, di disinteresse e, peggio, di non credibilità a livello istituzionale, non solo appaiono campate per aria, ma volutamente offensive. Se questo è il modo in cui il consigliere Di Stefano intende portare avanti la campagna elettorale: con accuse infondate e offese gratuite, diciamo sin da subito che si risponderà con atti concreti e tangibili rivolti al benessere della città e dei suoi abitanti. Monica Chittò ha dimostrato più di una volta di avere radici solide nel passato, ma occhi e mente puntati verso il futuro di Sesto, città sempre più da vivere“.

  • Marco Esposito
  • Segretario Cittadino
  • Partito Democratico Sesto San Giovanni

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s