Arrestano il ladro di moto: poliziotti contestati dagli inquilini Aler

Un arresto contestato con urla e cori contro la polizia. Nonostante il fermato, a bordo di una moto risultata rubata poco prima, abbia tentato di sottrarsi ai controlli fuggendo. L’episodio è accaduto nel cortile delle case Aler di viale Sarca a Milano, al confine con Sesto San Giovanni, mercoledì mattina, agli agenti di una volante del commissariato della Polizia di Stato di Cinisello Balsamo che avevano bloccato il giovane, un 24enne italiano ben noto alle forze dell’ordine. I poliziotti non si sono fatti intimidire dal clima ostile ed hanno proceduto.

La pattuglia della polizia aveva adocchiato, all’altezza del Centrosarca di Sesto San Giovanni, due giovani a bordo di due moto che procedevano in fila indiana, entrambi con caschi senza visiera: uno col piede dava colpetti alla ruota dell’altro. Un comportamento tipico per cercare di aiutare chi è alla guida di una moto rubata. Gli agenti, inoltre, hanno riconosciuto in uno dei due una vecchia conoscenza delle forze dell’ordine. La volante ha fatto inversione ed ha tentato di fermare i centauri che però hanno dato gas alle moto e cercato di scappare. Si sono rifugiati nel cortile degli stabili Aler, sperando di contare sull’aiuto degli inquilini. Hanno lasciato i mezzi ed hanno proseguito la corsa a piedi, entrando nel portone di un condominio. Un poliziotto è riuscito a infilare la paletta d’ordinanza tra lo stipite e il portoncino di accesso all’edificio, che il 24 tentava di chiudersi dietro. L’amico è riuscito a fuggire, il giovane si è arreso.

A quel punto è scattata la contestazione da parte di alcuni abitanti, che però si è limitata alle parole. Le due moto sono risultate una rubata nel 2015 e l’altra mercoledì mattina in via Milanese a Sesto; quest’ultima è stata restituita al legittimo proprietario.

© Riproduzione permessa solo citando espressamente la fonte Corriere di Sesto

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s