Cinisello / La biblioteca diventa internazionale e guarda a New York: convegno il 23 settembre

Venerdì 23 settembre al Centro Culturale Il Pertini di Cinisello Balsamo sarà presentato il Progetto Europeo New Challenges for Public Libraries che si propone con il marchio NewLib. Ambizioso e complesso, il piano avviato nel 2016, ha lo scopo di elaborare e sviluppare strategie transnazionali per offrire soluzioni innovative ed efficaci per le biblioteche pubbliche.

Il coordinamento è affidato a CSBNO – uno dei principali network italiani di biblioteche pubbliche – in partnership con Regione Lombardia, Università degli Studi Milano-Bicocca e quattro prestigiosi enti di cultura internazionali:

  • Biblioteca Lucio Craveiro da Silva, Portogallo;
  • Dokk1- City of Aarhus – Culture and Citizens’ Services, Danimarca;
  • “Nicolae Iorga” County Library, Romania;
  • Progress Foundation – Bistrita, Romania.

New Challenges for Public Libraries avrà una durata di due anni e si concluderà nel 2018 con un bilancio delle esperienze realizzate sul campo e un documento di sintesi sui risultati ottenuti. Nell’agenda dell’incontro di venerdì, che si aprirà alle 14 con il contributo di Ninfa Cannada Bartoli, sono previsti interventi e testimonianze da parte dei partner italiani e internazionali e una videoconferenza con gli Stati Uniti.

Tutto nasce dal concetto di Design Thinking – un modello manageriale volto alla pianificazione e alla creazione di nuovi progetti, focalizzati sull’individuo, grazie a un approccio creativo e molto coinvolgente. Una metodologia già presente in ambiti diversificati, dall’industriale all’agroalimentare alla ricerca, e che ben si applica al settore delle biblioteche che più di altri sperimenta i grandi cambiamenti introdotti dalle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Partendo dai bisogni della comunità locale e coinvolgendo gli utenti reali e potenziali, la nuova generazione di biblioteche dovrà trasformarsi in “centri” di inclusione sociale. Così si è espressa la Commissione Europea; da qui l’elaborazione e sperimentazione di inediti modelli di offerta e fruizione, fatti di spazi, servizi e programmi innovativi.

 

L’esperienza ventennale e il know how di CSBNO, maturati grazie all’attività di creazione, consolidamento e gestione di una delle maggiori reti italiane di biblioteche pubbliche, rappresentano l’humus più adatto per elaborare strategie di lavoro tese al rinnovamento del settore e alla crescita di nuovi progetti.

Il modello tradizionale della biblioteca fisica costruita come luogo di fruizione e distribuzione dei documenti è superato. E’ necessario riprogettarlo secondo un principio che metta al centro il cittadino (human-centered). Il Design Thinking for Libraries é lo strumento per riprogettare la biblioteca a partire dalla cultura che la informa.

In un’ottica di aggiornamento e confronto, CSBNO ha poi scelto di visitare alcune significative realtà del mondo bibliotecario d’oltreoceano; la prestigiosa New York Public Library con il suo patrimonio documentale e di sapere, la biblioteca di Greenburgh – Stato di New York, esperta nella creazione di progetti per le imprese, la Biblioteca di Darien, nel Connecticut, particolarmente attenta a cogliere aspettative e bisogni dei cittadini tanto da aver individuato nella capacità di essere ospitale il principale requisito professionale per i propri bibliotecari, la Chicago Public Library che, insieme a Dokk1, partner di CSBNO nel progetto NewLib, ha testato e messo a punto il metodo Design Thinking.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s