Il fine settimana di cronaca: accoltellato e ucciso per gelosia nella sala slot; lite al parco un ferito

Fine settimana ricco di cronaca nel Nord Milano. Ecco un riassunto di quello che è accaduto.

ACCOLTELLATO A MORTE PER GELOSIA NELLA SALA SLOT – Un italiano di 40 anni, Gennaro Mercadante, è stato accoltellato a morte sabato sera poco dopo le 23.30 in una sala giochi di via Vittorio Veneto a Bresso. A colpirlo è stato un 56enne di origine albanese, individuato e arrestato nella notte dai carabinieri della Compagnia di Sesto San Giovanni, avrebbe confessato il delitto. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, sulla scorta di alcune testimonianze, l’albanese aveva fino a un anno fa una relazione con una donna romena di 31 che l’aveva lasciato per la vittima. L’albanese è stato trovato a poca distanza dalla sala giochi e, quando i carabinieri gli sono avvicinati, non ha opposto resistenza, limitandosi ad ammettere le proprie responsabilità. Nascosto in una siepe c’era un coltello da cucina con la lama di una ventina a di centimetri, sporco di sangue, usato per compire con una sola coltellata al cuore Mercadante che è morto poco dopo il suo arrivo all’ospedale San Raffaele di Milano. Non sembra, dalla dinamica dell’omicidio, che tra i due ci sia stata una colluttazione. Le slot machine nel nostro Paese sono sempre più sinonimo di ludopatia e quindi di un dramma sociale che si riflette su moltissime famiglie italiane – afferma Viviana Beccalossi, assessore regionale al Territorio e Urbanistica, team leader della Giunta in materia di contrasto alla ludopatia – Il delitto avvenuto la notte scorsa in una sala slot del Milanese è invece l’ennesimo esempio che conferma come questi luoghi dediti al gioco continuino a essere teatro di situazioni intollerabili. Al di là dell’episodio di cronaca, legato come sembra a un fatto personale e che come tale sarebbe potuto avvenire anche in altri contesti,è innegabile che queste sale gioco spuntate come funghi nelle nostre città continuino siano più di ogni altro spazio prese di mira da criminali“. 

LITE NEL PARCO, UN FERITO LIEVE- Sarà la polizia di Stato a cercare di chiarire quanto è successo in un parco di Cinisello Balsamo, nel quale è avvenuta una lite tra un italiano, un tunisino e un egiziano, accusato dai primi due di essere uno ‘spione’. La lite sarebbe degenerata con l’aggressione all’italiano da parte dell’egiziano, con una forbicetta da manicure. Due ferite lievi, aggredito e tunisino si sono presentati in polizia sporchi di sangue. L’egiziano rintracciato al parco ancora sporco aveva con se la forbicetta. E’ stato denunciato per lesioni personali.

© Riproduzione permessa solo citando espressamente la fonte Corriere di Sesto

 

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s