Sesto / Centro diurno disabili comunale, i cittadini scrivono al sindaco: “Avete abbandonato le strutture e gli utenti!”

Dal Comitato cittadino per il servizio pubblico di Sesto San Giovanni, riceviamo e pubblichiamo due lettere per i consiglieri comunali di Sesto San Giovanni, chiamati il 29 febbraio 2016 a decidere la privatizzazione del centro diurno disabili comunale di Sesto:

Al Comune di Sesto San Giovanni

Al Sindaco, alla Giunta e a tutti i Consiglieri Comunali

e p.c. a tutti gli organi di stampa e di informazione

Oggetto: protesta per lo stato di abbandono delle strutture del CDD

Il Comitato “Cittadini per il Servizio Pubblico” protesta per il grave stato di abbandono delle strutture dei Centri Diurni per Persone Disabili “Magnolia” e “Mimosa” di Sesto San Giovanni, le quali, nel vero senso della parola, fanno acqua da tutte le parti.

È la seconda volta che alcuni locali si allagano con grave disagio per il personale e ovviamente anche per gli utenti, ma da parte dell’A.C. nessun intervento, ma neppure nessun cenno di riscontro.
Ci sono gravi responsabilità sia da parte degli uffici amministrativi che da parte dei politici responsabili dei settori preposti che si scaricano vicendevolmente le competenze.

Questo è il fallimentare risultato delle roboanti promesse di voler migliorare il servizio dei CDD, che come azione concreta sono stati svuotati di strutture di appoggio e di competenze.

In tutto questo l’utenza delle persone disabili non è tenuta in nessuna considerazione da parte dell’A.C.
Inoltre l’A.C. continua a dimostrare la sua errata volontà di esternalizzare il servizio, che nessuno vuole, tantomeno la decantata Pelucca.

Solo grazie al senso di responsabilità, alla sensibilità e alla grande professionalità del personale, il servizio continua a funzionare egregiamente cercando nel limite del possibile di non creare ulteriori disagi all’utenza, già così duramente provata.

Auspichiamo un adeguato ripensamento e una adeguata scelta politica di totale cambiamento, anche in considerazione di quanto contenuto nel “Programma del Sindaco” votato e condiviso da tutta la coalizione di maggioranza che prevedeva il mantenimento del servizio in gestione dal Comune.

Cordiali saluti“.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s