Sesto / Centro diurno disabili comunale, il sindacato: “Caro sindaco, tra poco si vota, ma hai ancora tempo per trovare soluzioni ragionevoli”

Da una rappresentante sindacale dei dipendenti comunali di Sesto San Giovanni, Marisa Pasina, riceviamo e pubblichiamo:

E’ opinione della scrivente O.S, anche in nome e per conto dei propri associati, che il ripetersi, per la seconda volta, della mancanza di risposte positive al bando per l’affidamento all’esterno dei due CDD di Codesta Amministrazione  ponga davanti al bisogno di un serio ripensamento di quanto finora portato avanti.

Le scelte potrebbero essere di vario tipo, ovviamente, anche di quello che andrebbe ancor più contro l’espressione di tutte quelle cittadine e di quei cittadini della Città (ricordiamoci quanti!), oltre che di alcune forze politiche e consiliari, che da subito si sono posti contro tale scelta e cercare di prendere una strada ancora più drastica per le conseguenze sul personale dipendente.

A nostro modesto avviso sarebbe la strada peggiore e più nefasta, per gli utenti, per il Servizio, per le lavoratrici e i lavoratori che in tutti questi anni hanno prestato la loro opera per far sì che il Servizio fosse sempre più ai livelli di eccellenza, per la Città tutta.

Noi, e non solo noi, siamo convinti, e lo abbiamo più volte manifestato, che la strada scelta non fosse l’unica percorribile, anche perché non avrebbe prodotto risparmi per l’Amministrazione tali da giustificare la perdita di un Servizio del genere, che altre avrebbero potuto essere le individuazioni e ci permettiamo qui, in questo momento di riflessione, che si avvicina anche ad un momento delicato per l’Amministrazione – quello elettorale, in cui sarà giudicata per quanto fatto, ma anche per la lungimiranza delle proprie scelte    di riproporre quella che potrebbe essere una giusta mediazione, aggiornata anche alle novità normative, rispetto alla volontà dichiarata di aprire al massimo la capienza e a quella,  da più parti richiesta, di non disfarsi di un Servizio che solo il Pubblico, per la natura stessa della sua mission, può assicurare.

Chiediamo che l’Ente mantenga tutto  il Servizio in gestione diretta con assunzione di personale a termine triennale; con integrazione di personale privato tramite “acquisto” di servizio;

o, almeno di un CDD e del CSE in gestione diretta con il proprio personale (cosa possibile)  con cessione in appalto dell’altro CDD ed eventuale reimpiego delle due o tre unità, in surplus con tale scelta qualora si verificasse, in altri servizi dell’Ente, previa opportuna formazione.

Siamo convinti che ciò potrebbe assicurare alle cittadine e ai cittadini di Sesto San Giovanni un Servizio all’altezza delle loro aspettative, che darebbe serenità e sicurezza agli utenti e che farebbe recuperare quello spirito di appartenenza alle lavoratrici e ai lavoratori dei CDD che finora hanno permesso la qualità conosciuta e così provati e demotivati in questo ultimo anno.

A disposizione per qualsiasi chiarimento e/o integrazione e, ovviamente, ci aspettiamo quanto prima una convocazione di tavolo sindacale.

Cordiali saluti“.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s