Cinisello / Writer card per dipingere i muri della città: il Comune prova a regolamentare la street art

Un regolamento per dare la possibilità ai creativi dell’arte di strada di abbellire i muri della città di Cinisello Balsamo. Il documento stabilisce in che modo le pareti pubbliche o di privati cittadini possano essere utilizzate per valorizzare l’arte muraria praticata da molti giovani. I luoghi da destinare verranno individuati nel rispetto delle norme sulla sicurezza stradale e definiti in un apposito elenco. Non potranno comunque essere realizzati disegni offensivi, discriminatori, o contrari all’ordine pubblico, pubblicità implicità o escplicita, immagini riconducibili a propaganda politica. 

La Street Art si è ormai affermata a livello Europeo e nelle maggiori città italiane come moderna espressione di creatività che, in modo partecipato, consente anche il recupero di spazi degradati. La possibilità di esprimersi liberamente, dentro determinati vincoli, è anche un modo per contrastare l’utilizzo indiscriminato e vandalico dei muri che provoca invece senso di sporco e abbandono.

In particolare, all’interno del Regolamento sono previste tre tipologie di spazi. I “muri palestra” saranno utilizzabili liberamente senza vincoli ulteriori. I “muri mostra”, invece, sono concessi a uso esclusivo per un periodo massimo di un anno a un writer o gruppo di writer. Infine, i “muri progetto” saranno destinati a concorsi e percorsi progettuali in cui verrà fatta una valutazione specifica del bozzetto dell’opera proposta.

Gli artisti che intendono sfruttare questa possibilità dovranno essere in possesso della writer card che verrà rilasciata dal Centro culturale Il Pertini. Nelle prossime settimane sarà definita la modalità di rilascio e saranno individuati i primi muri, il tutto in ogni caso in un’ottica di semplificazione e rapidità.

Ci siamo mossi nel solco di quanto fatto negli ultimi anni in città come Torino, Milano e Bologna. È una sfida interessante, che vedrà da una parte la partecipazione dei cittadini, che potranno mettere a disposizione i muri privati, e dall’altra il potenziale dei giovani artisti e la ricchezza artistica offerta dalla street art, anche come opportunità per migliorare il decoro per la città – ha dichiarato l’assessore alla cultura Andrea Catania -. Un’opportunità già sperimentata in questi anni con il concorso per writers che ha portato alla decorazione del sottopasso della Crocetta e con la realizzazione del murale dell’artista argentino Elian sulla facciata della piscina Paganelli”.

Il Regolamento è stato proposto in seguito a un percorso di condivisione dal basso che ha visto il coinvolgimento del CAG Icaro e del gruppo informale Aersol Art Area, già attivo nella nostra città. Dopo il passaggio in Commissione, il documento ha quindi visto raccolte alcune proposte di integrazione ed ha poi trovato il voto unanime del Consiglio Comunale. 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s