Sestodemocratica: “Allarme sicurezza? Solo speculazione delle destre”

Da Sestodemocratica, ex corrente del Pd di Sesto, riceviamo e pubblichiamo:

Davvero penoso lo spettacolo che stanno offrendo alcune forze della destra cittadina nel tentativo di cavalcare in senso esclusivamente elettorale il grave episodio accaduto domenica mattina nel quartiere Rondò e in via Marconi in particolare quando un uomo completamente fuori controllo ha prodotto ingenti danni ad auto in sosta e alle vetrine dei negozi prima che la Polizia lo potesse bloccare e arrestare.

Facendo rumorosamente a gara tra loro sia Sesto nel Cuore che Forza Italia si sono gettate come veri e propri avvoltoi sull’episodio per la propria propaganda inventandosi chi un fantomatico comitato dalla sera alla mattina chi fingendo una mobilitazione “spontanea” del quartiere inscenando invece una manifestazione a base di truppe cammellate dai comuni vicini.

Da tempo nel quartiere sono attivi cittadini che lavorano per individuare percorsi di riqualificazione, di dialogo e confronto nel territorio e tra questo e l’Amministrazione senza che nessuno, pur contribuendo al prezioso lavoro, cerchi di mettere loro in capo una bandierina, ma è chiaro che chi specula su temi così importanti e delicati come la sicurezza e la condivisione di una porzione del territorio cittadino non se ne curi e soprattutto non ne sappia niente.

I temi legati alla vita nei quartieri della città e alla sicurezza sono troppo importanti per essere lasciati nelle loro mani e soprattutto perché possano apparire loro come gli interlocutori solo perché più rumorosi di chi nel territorio ci vive, ci lavora e si adopera nell’interesse comune.

La speculazione su singoli episodi, la volontà di seminare insicurezza assieme alla rincorsa ad intestarsi qualsiasi cosa si muova sul territorio sono le caratteristiche che contraddistinguono unitamene alla loro incapacità di proposta queste forze politiche.
Ci auguriamo da un lato che siano gli stessi cittadini che sul territorio si impegnano ad isolare questi provocatori e dall’altro che l’Amministrazione sui temi fondamentali della convivenza sappia individuare i giusti interlocutori incontrando i quartieri e il territorio per ascoltare e discutere insieme a loro le istanze di cui sono portatori e non solo chi riesce ad essere più rumoroso nelle sedute del Consiglio Comunale“.

  • Giampaolo Pietra
  • Coordinatore Sestodemocratica
  • Sesto San Giovanni

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s