L’Università Bicocca coordinerà due progetti internazionali su fisica quantistica e monitoraggio dell’ambiente

L’Università di Milano-Bicocca ha vinto il coordinamento di due progetti internazionali di ricerca nell’ambito delle Azioni Marie Slodowska-Curie, il programma finanziato dal Dipartimento Ricerca e Innovazione della Commissione Europea che vuole sostenere la ricerca di frontiera e la mobilità internazionale dei giovani scienziati europei. 

Il primo dei due progetti è 4PHOTON, network di ricerca e istruzione coordinato da Stefano Sanguinetti del Dipartimento di Scienza dei Materiali dell’Università di Milano-Bicocca e che comprende alcuni fra i maggiori gruppi di ricerca e industrie del settore della Quantum Information Technology. Quindici giovani ricercatori coinvolti lavoreranno in un ambiente sinergico e collaborativo a livello europeo, fra accademia e industria, sviluppando le competenze necessarie per affrontare i problemi di fisica fondamentale quantistica, ottica, fotonica e fabbricazione di dispositivi per la comunicazione e la computazione quantistica.

I partner di Bicocca nel progetto 4PHOTON sono CNRS-Toulouse (F), Universität Hamburg (D), Universität Würzburg (D), Eindhoven University of Technology (NL), University College London (UK), University of Sheffield (UK), University of Basel (CH), enti associati come National Institute of Materials Science (Japan), Russian Academy of Sciences (RU), CNRS-IM2NP (F), Kungliga Tekniska Hogskola (Sweden), Università di Firenze (I) e aziende per lo sviluppo tecnologico delle ricerche. Per questo progetto la CE ha finanziato 4 milioni di euro.

«La tecnologia quantistica – dichiara Stefano Sanguinetti – avrà un impatto enorme, in un futuro molto prossimo, nel modo con cui ci scambieremo informazioni critiche, svilupperemo materiali e farmaci innovativi e interagiremo con il mondo intorno a noi. Gli esempi vanno da comunicazioni criptate ultrasicure, fotocamere ultra-sensibili, simulatori quantistici che possono contribuire a progettare nuovi materiali e, in futuro, computer quantistici. Con il progetto 4PHOTON ci prefiggiamo di formare giovani ricercatori, ingegneri, ma anche imprenditori, che siano in grado di comprendere e sviluppare l’enorme potenziale di questa tecnologia».

Il secondo progetto è TRuStEE (Training on Remote Sensing for Ecosystem modElling), rete di eccellenza coordinata da Micol Rossini e Cinzia Panigada del Laboratorio di Telerilevamento delle Dinamiche Ambientali del Dipartimento di Scienze dell’Ambiente e del Territorio e di Scienze della Terra (DISAT) dell’Università di Milano-Bicocca. TRuStEE formerà una nuova generazione di scienziati che parteciperanno ad attività di ricerca congiunta nei vari istituti partner del progetto, sviluppando competenze complementari ed interdisciplinari per l’analisi e il monitoraggio di processi ambientali e climatici mediante dati satellitari acquisiti da missioni spaziali (ESA-Sentinels, NASA-Landsat e MODIS). Verranno inoltre sviluppati nuovi sensori miniaturizzati e a basso costo che, installati su droni e aerei, permetteranno di simulare le potenzialità di future missioni satellitari.

Partner di Bicocca del progetto TRuStEE sono University of Exeter (UK), University of Twente (NL), Universität Bonn (D), Istituto Max Plank (D), Consiglio nazionale di Ricerca Spagnolo, Fondazione Edmund Mach, Istituto belga per la Ricerca Tecnologica, Istituto tedesco FZJ membro dell’associazione Helmholtz e piccole e medie imprese per il trasferimento tecnologico delle ricerche. Il progetto ha ottenuto dalla CE un finanziamento di oltre 3 milioni di euro.

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s