A due passi da Sesto la… bellezza ritrovata delle Gallerie d’Italia

Sono oltre 140 i capolavori restaurati esposti nella bella mostra intitolata LA BELLEZZA RITROVATA in corso alle Gallerie d’Italia – Piazza Scala – a cura di Carlo Bertelli e Giorgio Bonsanti.

Siamo alla XVII edizione del programma RESTITUZIONI, una grandiosa operazione promossa e curata da INTESA SAN PAOLO, tesa al restauro di opere appartenenti al patrimonio pubblico e privato, non solo di grandi artisti; anche di artisti minori, di piccoli centri italiani o dei territori in cui hanno sedi le banche estere del gruppo. Ad esempio i tre rilievi lignei del monte Calvario della Slovenia. In esposizione opere provenienti da siti archeologici, musei e luoghi di culto in un arco temporale di oltre 30 secoli di storia dell’arte. Da segnalare la statua egizia di Amenmes e Reshpu, proveniente dal Museo Archeologico di Bologna, una rara armatura giapponese dell’armeria reale di Torino, il grande mosaico pavimentale del primo secolo a.c. proveniente da una domus di Ravenna, la Croce di Chiaravalle, capolavoro medievale del Duomo di Milano.

Tra i dipinti più noti l’Adorazione del Bambino di Lorenzo Lotto, la grande Crocefissione del Perugino, il Polittico dell’Incoronazione del Crivelli , il Cristo Risorto di Rubens; il ritratto del cavaliere di  Malta di Caravaggio. Inoltre opere di Luca Giordano; Sebastiano Ricci; Francesco Valperta, in un percorso che porta al 900 con un dipinto di Carlo Carrà Assieme a capolavori pittorici e sculture, plurime sono le testimonianze delle tradizioni artigianali italiane: Non

Si può descrivere tutto, ma voglio segnalare almeno il meraviglioso pastorale in avorio del Museo diocesano di Fano, la Madonna col Bambino in legno policromo proveniente dall’Aquila. La grande statua in terracotta del V secolo A.C. il così detto Cavaliere Marafioti ritrovato in pezzi nella Locride all’inizio del 900 e sapientemente ridonata a nuova vita. Una mostra polivalente e preziosa anche perché permette di scoprire l’arte del restauro nella sua complessità, che coinvolge il restauratore ma anche lo scienziato e lo storico dell’arte e costituisce un’eccellenza nel nostro paese. Sul sito web http://www.restituzioni.com si possono vedere le opere dopo il restauro con relative schede e relazioni sul lavoro compiuto.

Sono oltre 200 i siti archeologici, le chiese e i musei che dal 1989 ad oggi hanno beneficiato del Programma Restituzioni del Banco San Paolo, fedele all’impegno di concorrere alla crescita del paese anche dal punto di vista culturale e sociale. Più di mille le opere restituite al territorio di appartenenza ed alla pubblica fruizione. Catalogo a cura di Carlo Bertelli. Fino al 17 luglio 2016. Da martedì a domenica 9.30 – 19.30. Chiuso il lunedì, il 25 aprile e il primo maggio. Aperto il 2 giugno. Ingresso 5 e 3 euro. Gratuito sotto i 18 anni. Info, numero verde 800167619, mail info@gallerieditalia.com, www.galleriditalia.com 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s