Rubavano auto per avere pezzi di ricambio: ai domiciliari due italiani di Sesto e Cinisello

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sesto San Giovanni (Mi) hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Monza su richiesta della locale Procura della Repubblica nei confronti di un pregiudicato 65enne di Cinisello Balsamo, un 57enne di Sesto San Giovanni.

Le misure scaturiscono da un’attività di indagine svolta dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sesto San Giovanni che nei primi mesi del 2014 ha consentito di accertare la responsabilità dei due, entrambi italiani, in relazione a 12 furti di autovetture commessi tra febbraio e maggio dello scorso anno in Milano. Tra le autovetture rubate, tutte di piccola e media cilindrata, figurano VW Golf e Polo, Fiat 500, Punto e Panda e Alfa Mito.

L’indagine ha avuto origine con la denuncia in stato di libertà dei predetti che alla fine del mese di gennaio 2014, controllati in via Marelli a Sesto San Giovanni a bordo di una Fiat Punto, sono stati trovati in possesso di centraline per autovetture, chiavi alterate e grimaldelli ed altri strumenti atti allo scasso. Le successive attività, svolte con metodi tradizionali di osservazione e pedinamento ma anche con l’ausilio di attività tecniche di intercettazione, hanno inoltre consentito di:

  • disarticolare la rete dei ricettatori che acquistavano le auto rubate ad un prezzo di 500 euro circa ciascuna e attraverso due autodemolitori, di Desio (Mb) e Usmate Velate (Mb), provvedevano allo smontaggio dei pezzi di ricambio da destinare al mercato nero, ricavando ingenti profitti;
  • denunciare in stato di libertà due ricettatori, un 35enne pregiudicato di Albese con Cassano (Co) e un 48enne di Senago (Mi), e i due proprietari degli autodemolitori, un 58enne di Usmate Velate (Mi) e un 46enne di Muggiò;
  • arrestare per furto in flagranza di reato il sestese e il cinisellese fatto avvenuto nel mese di maggio 2014;
  • rinvenire e sequestrare 3 autovetture, che sono state restituite ai legittimi proprietari.

Gli arrestati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s