Nuovi treni pendolini svizzeri, commessa da 200 milioni di euro per l’Alstom di Sesto

Italo, il nuovo treno con trazione made in Sesto

Da Alstom Transport di Sesto San Giovanni riceviamo e pubblichiamo:

Le Ferrovie Federali Svizzere (FFS) hanno ordinato ad Alstom 8 treni ad alta velocità Nuovo Pendolino che andranno ad aggiungersi alla flotta esistente, composta da 7 treni. La commessa, del valore di circa 200 milioni di euro, è un’opzione del contratto sottoscritto nel marzo 2004 da Alstom e Cisalpino[1]. La consegna dei nuovi treni, destinati alle linee Milano-Ginevra e Milano-Zurigo, è prevista per giugno 2015.

I treni saranno fabbricati in Italia presso lo stabilimento Alstom di Savigliano (CN), centro di eccellenza mondiale per la produzione del Pendolino, con la collaborazione della sede di Sesto San Giovanni (MI) per i sistemi di trazione e di Bologna per i sistemi di segnalamento.

“Siamo molto lieti che le FFS abbiano dato ad Alstom una nuova dimostrazione di fiducia, rinnovando la solida e lunga collaborazione tra le nostre aziende – ha dichiarato Gian-Luca Erbacci, Senior Vice President Sud Europa di Alstom Transport –. La leadership di Alstom nella tecnologia ad assetto variabile, che permette ai treni di viaggiare a velocità elevate anche sulle linee tradizionali, è stata apprezzata per molti anni dai passeggeri delle FFS. Il Nuovo Pendolino è una soluzione ottimale per la rete delle FFS e il suo servizio transfrontaliero”

Il Nuovo Pendolino è dotato della tecnologia ad assetto variabile, sviluppata in Italia, che permette ai treni di inclinarsi fino a 8 gradi in curva, raggiungendo una velocità massima del 35% più elevata rispetto ai convogli convenzionali – il tutto in piena sicurezza e all’insegna di un comfort ottimale per i passeggeri.

Il Nuovo Pendolino ordinato dalle FFS è un convoglio a sette carrozze che viaggia a una velocità massima di 250 km/h. Ogni treno può ospitare fino a 430 passeggeri. I treni sono progettati in modo da garantire costi d’esercizio ottimali per tutta la loro durata in servizio, inclusa un’usura limitata dei binari grazie all’ultima generazione di carrelli flessibili. Riciclabili al 95%, i treni sono equipaggiati con un sistema di frenatura elettrico che permette di risparmiare fino all’8% sui consumi e di riciclare fino al 97% dell’energia in frenata, che viene restituita alla linea.

Particolare attenzione è stata dedicata alla riduzione del rumore sia esternamente sia internamente. La linea affusolata del treno consente di ridurre il rumore generato dal tetto. Il design è stato ottimizzato in base a criteri aerodinamici, con un migliore isolamento acustico sotto la cassa. Inoltre le ruote sono dotate di un sistema anti-vibrazione che limita sensibilmente il rumore esterno durante la marcia.

All’interno del treno, ampi corridoi e passerelle offrono ai passeggeri un comfort ottimale. I sedili sono dotati di luci da lettura individuali, funzione reclinabile, prese elettriche e comandi video/audio. Allineati alle finestre di grandi dimensioni, offrono una vista panoramica e assicurano l’illuminazione naturale. I monitor video e un sistema di videosorveglianza sono garanzia di massima sicurezza.

 I convogli transfrontalieri del Nuovo Pendolino per le FFS sono concepiti in modo da soddisfare gli standard europei in materia di interoperabilità (TSI) e saranno equipaggiati con Atlas – il sistema di segnalamento europeo di Alstom (ERTMS[2]) – richiesto per operare in Svizzera, Italia, Germania e Austria.

Fin dal suo lancio negli anni ’70, il Pendolino di Alstom è una storia di successo, con oltre 400 treni venduti in tutto il mondo e una percorrenza complessiva nel servizio commerciale di più di 500 milioni di chilometri. Il Pendolino può attraversare più di 10 confini e presto anche l’Austria e la Polonia si aggiungeranno agli 11 paesi in cui è già operativo: Italia, Germania, Repubblica Ceca, Svizzera, Slovenia, Regno Unito, Portogallo, Spagna, Finlandia, Cina e Russia”.

[1] Ex joint-venture tra l’operatore ferroviario italiano Trenitalia e le FFS.

[2] Lo European Rail Traffic Management System è un sistema di gestione e controllo del traffico ferroviario sulle linee delle reti transeuropee

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s