“Voglio vedere Berlusconi”. Egiziano si presenta alla polizia con un coltello, ricoverato in ospedale

Ruby Rubacuori non è egiziana e non è la nipote dell'ex presidente d'Egitto. Così come non è presidente d'Egitto l'egiziano che si è presentato in commissariato di polizia a Sesto chiedendo di vedere Berlusconi

“Sono il presidente d’Egitto, portatemi da Berlusconi”. Incredibile ma vero. È a questa scena che si sono trovati davanti i poliziotti del commissariato di Sesto san Giovanni, quando un egiziano di 37 anni, evidentemente memore delle vicende legate al caso Ruby, si è presentato nel cortile del commissariato.

Il fatto è avvenuto martedì sera intorno alle 22 e 30. L’uomo, che era armato di un coltello a serramanico dotato di 11 centimetri di lama, è stato subito convinto dai poliziotti a posare l’arma. Portato in ospedale, il folle è risultato positivo ai test anti droga.

Secondo quanto testimoniato dal fratello, l’uomo era già in cura in una struttura di disintossicazione nel suo paese.

Povero Silvio Berlusconi, criticato perché aveva spacciato la minorenne marocchina Ruby, ballerina nei suoi festini di Arcore, per la nipote di Hosni Mubarak, allora presidente dell’Egitto prima di essere rovesciato dalle rivolte popolari: probabilmente l’uomo che si è presentato in commissariato lo avrebbe capito molto bene.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s